Sport e Forma Fisica

SERENA AUTIERI
Alimentazione sana, sport e prevenzione

Il benessere parte dal respiro.

condividi

Serena Autieri sta portando a termine i faticosi impegni artistici prima delle meritate vacanze dopo un’intensa stagione tra cinema, fiction, teatro e tv.
Il programma televisivo “Dedicato” su Rai Uno, che ha riscosso notevole consenso, ha confermato le grandi capacità dell’attrice partenopea, nonché intrattenitrice in un day-time che ha saputo alternare importanti tematiche legate all’attualità a momenti emozionanti.
Per l’artista è stato un periodo ricco di emozioni anche a livello familiare in quanto la figlia Giulia ha fatto la prima comunione, e per Serena Autieri l’aspetto spirituale ha un ruolo di rilievo nella sua vita.

L’estate è ormai alle porte come la trascorrerà?

In questo periodo dell’anno tutti avvertiamo la necessità di una pausa per ricaricare le batterie. Io con mio marito e mia figlia, che sono il centro della mia vita, trascorrerò dei giorni al mare ed altri in montagna. La vacanza è, però, anche l’occasione per ritrovare vecchi e grandi amici. Vite diverse e impegni lavorativi intensi non ci permettono di ritrovarci in altre occasioni. Quest’anno trascorreremo l’estate in loro compagnia tra la costiera amalfitana e le isole campane e poi andremo in Alto Adige. Un paio di settimane, infatti, le trascorreremo a san Cassiano dove ho scoperto l’amore per la montagna. Mi diverto ad arrampicarmi e a fare ferrate, coinvolgendo sempre la mia piccola Giulia che volentieri ci segue in queste lunghe camminate zaino in spalla.

Tra le molteplici attività artistiche che svolge quale, se c’è, le crea maggiore impegno fisico e stanchezza?

Lo stress emotivo è simile per tutto, ma l’attività che mi richiede maggiore preparazione fisica e psicologica è sicuramente il teatro. Soprattutto con il musical perché devi mettere insieme tre discipline: canto, danza e recitazione. Ognuna di queste prevede impegno ed allenamento costanti, per cui proprio come un atleta è necessario mangiare sano, andare a dormire entro una certa ora per avere la voce riposata, fare stretching e mantenere la giusta concentrazione per studiare il copione. Quest’anno è stato molto intenso perché di giorno registravo il programma in Rai e la sera avevo lo spettacolo “Rugantino” in teatro, ma l’affetto del pubblico mi ripaga di ogni fatica.

Qual è il suo segreto per ritrovare di continuo energie vitali?

Stare da sola e leggere mi aiuta a svuotare la testa, al pari di fare grandi passeggiate a piedi o in bicicletta mi ricarica e mi riporta con la mente a quando ero bambina. Fare sport ti insegna a non mollare mai e ad insistere proprio quando è il momento di maggiore fatica. Come dico spesso anche a mia figlia, lo sport rappresenta una metafora della vita: è nel momento di maggiore difficoltà, quando iniziano a scarseggiare le energie, che si innesca una sorta di sfida con sé stessi e bisogna dare il massimo per trovare la forza e superare la difficoltà.

Serena lei è una donna molto sportiva, a quale attività fisica non rinuncerebbe mai?

Lo sport e la sana alimentazione sono alla base della mia vita. In quest’ultimo periodo io e mio marito ci siamo appassionati al canottaggio che pratichiamo lungo il Tevere. Con nostra figlia facciamo, invece, lunghe passeggiate in bicicletta. Personalmente alterno anche con la corsa ed i pesi, per noi donne sono alleati nella lotta all’osteoporosi. Ritengo sia molto utile provare vari tipi di attività perché in questo modo vengono sollecitati tutti i muscoli.
In questo periodo non riesco a fare a meno della gyrotonic e della girokinesis, discipline importanti che aiutano, potenziano e allungano i muscoli, e in cui la respirazione diventa fondamentale.
La respirazione aiuta anche a liberarsi dai blocchi emotivi, dovremmo imparare tutti sin da piccoli a prendercene cura, imparare a fare profondi respiri aiuta l’intero corpo, perché da una corretta respirazione derivano molteplici benefici.

Serena si evince una grande attenzione all’alimentazione, segue un regime alimentare particolare?

Seguo un’alimentazione sana ed equilibrata, senza rinunciare a nulla. Sono attenta alla scelta dei prodotti da acquistare e difatti prediligo i prodotti a km 0, carne bio, rispetto della stagionalità e dell’ambiente così da attivare una catena virtuosa. Nei miei pasti ci sono carboidrati, proteine, grassi, frutta e verdura di stagione e, quando gli impegni lavorativi me lo permettono, mi concedo volentieri un bicchiere di vino, preferibilmente rosso. Da buona napoletana non rinuncio alla pizza e ogni tanto mi concedo anche una fetta di pastiera o una sfogliatella, miei dolci preferiti.

Che cosa non può mancare nella sua dispensa per preparare un pasto anche all’ultimo minuto?

Nella mia dispensa non possono mancare le farine, che amo mescolare, e che mi consentono di preparare piadine, pizza, pane e la pasta fresca. In caso di necessità infatti una piadina in padella con olio, o con la ricotta che amo moltissimo, sono una valida alternativa ad un pasto all’ultimo minuto.
Sempre presenti nel mio frigo sono le uova, il latte ed il burro. Con le uova posso, infatti, preparare delle crepes salate o dolci con il miele o anche una frittata con le erbette che ho sul mio terrazzo e ancora una semplice carbonara che piace e mette d’accordo tutti.

Si deduce una grande attenzione alla salute, ma oltre alla dieta quali sono gli altri segreti per preservarla?

Credo sia di fondamentale importanza fare prevenzione, controllarsi una volta all’anno per sapere che siamo in buona salute è alla base della cura di noi stessi.
Ogni anno faccio le analisi del sangue, i controlli previsti per noi donne e consiglio sempre a tutti di farlo già dai 35 anni in su.

Continua a leggere!

Questo articolo si trova all’interno dell’ultimo numero di Salute è, per continuare a leggere inserisci la tua email e accedi a tutti i contenuti premium.